Qatar: tutto quello che devi sapere prima di partire

Doha

Il Qatar sta diventando una destinazione sempre più popolare, grazie anche agli ultimi Mondial di Calcio che si sono svolti proprio qui a fine 2022, e suscita sempre più curiosità nei viaggiatori di tutto il mondo.

Chi arriva in Qatar, o semplicemente in transito a Doha, potrà sperimentare l’eccellenza dei servizi e l’ospitalità tipici della cultura del Qatar. In Qatar, i visitatori avranno l’imbarazzo della scelta per quanto riguarda i numerosi itinerari a disposizione.

Anche chi viaggia in Crociera e farà scalo al porto di Doha avrà certamente la garanzia di un’esperienza indimenticabile se pur breve.

Dove si trova il Qatar?

Situato in una posizione geografica eccezionale, il Qatar è il punto di partenza perfetto per scoprire la penisola araba, a metà tra Occidente ed Oriente.

Si trova in Medio Oriente, nella Penisola Arabica, al confine con l’Arabia Saudita, ed è affacciato sul Golfo Persico. Non è un paese di grandi dimensioni. Qui vivono solo 2,8 milioni di persone; con circa 85 km da est a ovest e 190 km da nord a sud, il Qatar presenta un territorio compatto ed è semplice esplorarne le numerose attrazioni.

Come raggiungere il Qatar

Strategicamente situato tra Oriente ed Occidente, per raggiungere il Qatar dall’Italia ci vogliono circa 5 ore e mezza di volo. La compagnia aerea di bandiera, la Qatar Airways, che si è aggiudicata il titolo di World’s Best Airline, collega oltre 160 destinazioni di tutto il mondo con Doha, e la città è servita da oltre 50 compagnie aeree internazionali.

PICCOLA CURIOSITÀ: Il Qatar è anche uno scalo ideale per i viaggiatori che effettuano lunghi viaggi da est a ovest. Il nuovo programma Stopover di Qatar Airways propone ai viaggiatori in transito a Doha un’offerta eccezionale che dà l’opportunità di scoprire le attrazioni della capitale a partire da 14$.

Fuso orario

+2h rispetto all’Italia, +1h quando in Italia vige l’ora legale.

Quando andare: il periodo migliore per un viaggio

In Qatar il clima è di tipo desertico, con estati calde e afose e inverni miti. Il periodo più caldo va da giugno a ottobre, quando la temperatura può arrivare a 45°, mentre in inverno (dicembre-febbraio) non supera i 25° di media.

A prescindere dal momento in cui si sceglie di partire, in Qatar ci sono tantissime attività adatte a tutte le condizioni meteo da fare tutto l’anno: quando fa troppo caldo, i viaggiatori avranno diverse attività da fare al chiuso: musei, mostre centri benessere e centri commerciali ultra moderni!

Requisiti di ingresso

Per entrare in Qatar è necessario avere il Passaporto valido almeno 6 mesi, e per i cittadini italiani è prevista l’esenzione gratuita dal Visto. Per maggiori informazioni e aggiornamenti consiglio di consultare la pagina https://www.viaggiaresicuri.it/find-country/country/QAT

Usi e costumi: quello che devi sapere

Il Qatar è un paese Musulmano, con proprie regole, usi e costumi. Per quanto riguarda l’abbigliamento, ci si aspetta semplicemente che i visitatori (uomini e donne) evitino di indossare abiti succinti in pubblico, e in generale, si consiglia di coprire spalle e ginocchia.

Si può usare il costume da bagno? Ma certo! Chi desidera prendere un po’ di sole può farlo tranquillamente nella piscina privata dell’Hotel in cui si soggiorna, oppure in spiaggia.  Vi consiglio l’hotel Aleph Doha Residences by Hilton che ospita la piscina più alta di Doha e il St Regis Doha che invece vanta una incantevole spiaggia privata dalla sabbia bianchissima.

Durante il mese islamico del Ramadan, i visitatori devono astenersi dal mangiare, bere e fumare nei luoghi pubblici (strada, spiaggia, parchi…) durante il giorno, per rispetto a coloro che stanno digiunando.  Gli hotel servono comunque pasti e bevande agli ospiti, aprendo ristoranti lontani dalla vista del pubblico.

Cosa mangiare in Qatar

Durante il vostro viaggio in Qatar avrete la possibilità di scegliere tra cucina internazionale e quella tradizionale qatariota.

Io sono sempre dell’idea che “paese che vai, cucina che trovi” e di assaggiare tutto. E in Qatar si resta facilmente affascinati: un mix di varie tradizioni culinarie provenienti da Medio Oriente, Nord Africa e India. Il risultato? Un’esplosione di sapori, esaltati con tecniche di cottura lenta e miscele di spezie aromatiche. Si mangia molta carne, di agnello, di manzo ma anche pollo, verdure stufate e i piatti generalmente vengono accompagnati da riso.

Qatar: le 10 principali cose da vedere

Il Qatar presenta un territorio compatto e facile da esplorare, con la possibilità di raggiungere località al di fuori di Doha in meno di due ore.

Quello che rende unico il Qatar è certamente il paesaggio mozzafiato e le sue riserve naturali, la fauna selvatica, le attrazioni culturali iconiche e le installazioni d’arte in città e fuori ma non solo, c’è qualcosa per tutti i gusti! Vediamo quindi le 10 principali attrazioni da visitare durante un viaggio in Qatar.

1 – Khor Al Adaid: noto anche come Inland Sea, è uno dei pochi posti del pianeta in cui le dune di sabbia incontrano il mare. Il suo ecosistema unico è apprezzato dai fotografi per la sabbia e il mare dai colori cangianti.

Le dune sul mare di Khor Al Adaid (credits: visitqatar.com)

2 – Katara Cultural Village: Circondato da un’ampia spiaggia da un lato e le gemelle Katara Hills dall’altro, Katara, antico nome del Qatar, è un concentrato di arte, storia e cultura. Con una vista sulle luci della città, è il luogo ideale per visitare gallerie d’arte, teatri, edifici spettacolari, moschee, musei, parchi e negozi.

3 – Souq Waqif: nato dall’antico mercato di Doha, sulle rive del Wadi Musheireb, il Souq Waqif è un luogo imperdibile. Con i suoi edifici color fango, il mercato ricorda un’era passata e allo stesso tempo resta un centro vitale, dove il commercio e le chiacchiere si incontrano.  I vicoli tortuosi del Souq Waqif offrono uno scorcio della tradizionale vita di tra la modernità di Doha.

Il mercato di Souq Waqif

4 – Qanat Quartier: quest’area ispirata a Venezia porta a Doha un pezzo di Mediterraneo. Con canali fiancheggiati da edifici variopinti e ponti ad arco, il Qanat Quartier è uno dei luoghi più Instagrammabili. Qui potrete fare una piacevole passeggiata lungo i viali pieni di boutique e caffetterie. Potrete fermarvi gustare un caffè ammirando le vedute del Golfo Arabico dal lungomare.

5 – Installazione East-West / West-East: se siete appassionati di luoghi insoliti, dovete uscire da Doha (meglio con un 4×4) e raggiungere Zekreet a nord di Doha. Troverete l’installazione East-West/West-East di Richard Serra tra formazioni di roccia calcarea. Questa struttura è composta da quattro placche in acciaio, ognuna delle quali è alta oltre 14 m, e si estende per 1 km.  Si innalza in netto contrasto con le delicate sfumature brune del deserto che la circonda.

6 – La Corniche di Doha: è un magnifico lungomare di 7 km che si affaccia sul Golfo. Con la sua forma a mezzaluna, la Corniche contorna la baia di Doha, e offre i migliori panorami del moderno skyline della città. Qui si trovano diversi ristoranti, locali oltre che hotel e boutique.

Corniche
Lungomare la Corniche di Doha

7 – Oxigen Park: con i suoi 130mila metri quadrati di area verde, Oxygen Park è il più grande spazio verde di Education City. All’interno del parco ci sono collinette, passerelle che salgono e scendono, aree pic-nic, aree gioco e zone per fare sport all’aperto. Nelle passerelle coperte sono stati posizionati dei condizionatori per rendere l’esperienza dei visitatori più confortevole anche in estate.

8 – Msheireb Downtown Doha: questo quartiere è il cuore del distretto culturale di Doha ed è anche il primo esempio di rigenerazione sostenibile del centro cittadino. Qui si trovano ristoranti all’aperto, negozi e boutique e qualche hotel. E’ piacevole passeggiare per l’antica piazza al tramonto quando si riempie di gente.

9 – Dahl Al Misfir: Situata a 40 metri di profondità, la grotta è considerata la più grande e profonda del Paese, ed è tuttora accessibile.  Famosa per una particolarità: la sua fosforescenza, un bagliore simile a quello della luna, è il risultato dei depositi di gesso trovati nel centro della penisola.

10 – The Pearl: Al largo del prestigioso West Bay District c’è Pearl-Qatar, un’isola artificiale caratterizzata da porticcioli affollati di yacht, ristorantini e gelaterie. Qui è bello passeggiare tra grattacieli, ville e hotel, oltre che da boutique di lusso, piazze a misura di pedoni e per la grande varietà di giardini all’inglese.

The Pearl
The Pearl isola artificiale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.