Travel Blog

Green Pass: cosa serve per viaggiare dal 1° Luglio 2021

Green Pass: cosa serve per viaggiare dal 1° Luglio 2021

Pronti per le vacanze estive? Sicuramente si… se vi state chiedendo se c’è qualcosa che dovete sapere per partire, ecco le informazioni che dovete sapere per affrontare serenamente la partenza ed il rientro in Italia.

Siamo nel pieno dell’estate, e la voglia di partire si fa sempre più insistente. Me ne accordo dalle tante richieste di preventivo (e prenotazioni!) che ricevo quotidianamente.

Chi preferisce restare in vacanza in Italia, e chi invece ama volare all’estero per inseguire la curiosità di spiagge diverse, di usi e costumi diversi e perché no, anche di una cucina dai sapori nuovi.

Ma mentre per chi viaggia in Italia non è richiesto nulla (tampone o certificati vari) di per chi si muove verso l’estero la questione è più delicata perché è necessario avere un po’ più di accortezza.

La suddivisione degli Stati in 5 elenchi – via libera ai viaggi

Facciamo intanto una premessa: tutti i Paesi mondiali sono stati classificati e suddivisi in 5 elenchi: A, B, C, D ed E. Ci sono poi Paesi che sono soggetti a misure speciali come il Brasile, lo Sri Lanka, l’India e il Bangladesh.

Elenco A: San Marino, Città del Vaticano

Elenco B: Stati e territori a basso rischio epidemiologico, che verranno individuati con apposita Ordinanza, tra quelli di cui all’elenco C. Al momento, nessuno Stato è in questo elenco.

Elenco C: Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca (incluse isole Faer Oer e Groenlandia), Estonia, Finlandia, Francia (inclusi Guadalupa, Martinica, Guyana, Riunione, Mayotte ed esclusi altri territori situati al di fuori del continente europeo), Germania, Grecia, Irlanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi (esclusi territori situati al di fuori del continente europeo), Polonia, Portogallo (incluse Azzorre e Madeira), Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna (inclusi territori nel continente africano), Svezia, Ungheria, Islanda, Norvegia, Liechtenstein, Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord (compresi Gibilterra, Isola di Man, Isole del Canale, basi britanniche nell’isola di Cipro), Svizzera, Andorra, Principato di Monaco, Israele.

Elenco D: Australia, Canada, Giappone, Nuova Zelanda, Repubblica di Corea, Ruanda, Singapore, Stati Uniti, Tailandia.

Elenco E: Resto del mondo: tutti gli Stati e territori non espressamente indicati in altro elenco.  

Secondo la normativa italiana, è possibile lo spostamento per turismo dall’Italia verso i paesi dell’elenco A, B e C verificando sempre la normativa vigente nel Paese che si vuole raggiungere.

Se il motivo del viaggio non è turismo e il Paese di destinazione non è incluso nell’Elenco C, è sempre meglio verificare la scheda del paese su www.viaggiaresicuri.it.

Viaggiare dal 1° Luglio: la Certificazione Verde COVID-19

Dal 1 luglio, per potersi spostare all’interno dell’Unione Europea e dell’Area Schengen sarà necessario presentare la Certificazione verde COVID-19,  valida anche come EU Digital Covid Certificate .

Si tratta di una certificazione digitale che contiene un QR Code che attesta una delle seguenti condizioni:

  • aver fatto la vaccinazione anti COVID-19
  • essere negativi al test molecolare o antigenico rapido nelle ultime 48 ore
  • essere guariti dal COVID-19 negli ultimi 6 mesi

Con questa certificazione, non sarà quindi più necessario fare auto-isolamento o quarantena neanche al rientro in Italia! In sostanza si può viaggiare tranquilli!

Ottenere la Certificazione Verde COVID-19, gratuita per tutti, è molto semplice, basta la Tessera Sanitaria e prossimamente si può avere anche tramite il Fascicolo Sanitario Elettronico.
Su questo sito https://www.dgc.gov.it/web/ si trovano tutte le informazioni su come procedere.

Rientro in Italia da un paese dell’elenco C – cosa fare?

Le vacanze hanno un inizio e purtroppo anche una fine. È bene sapere che per rientrare in Italia non basta raggiungere l’aeroporto o il porto, ma bisogna anche in questo caso seguire le regole.

Per chi rientra in Italia da un paese dell’elenco C è obbligatorio compilare un formulario online (Passenger Locator Form) registrandosi su questo sito https://app.euplf.eu/#/

Inoltre, come per l’andata, è richiesta la Certificazione Verde COVID-19.

A questo punto siete davvero pronti per la partenza! Dovete solamente prenotare le vacanze, e a questo proposito se vi serve una mano oppure non avete tempo di pensare e organizzare il tutto potete sempre rivolgervi ad un professionista che fa il “lavoro sporco” per voi facendovi risparmiare tempo e spesso anche denaro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.